AIUTIAMO GLI OPERAI DELLA #COMITAL

AIUTIAMO GLI OPERAI DELLA #COMITAL

24 ottobre 2018 Non attivi Di IlVittogram

Questione Comital

Così scrivono i rappresentanti del gruppo di operai sospesi dal lavoro, copiamo e incolliamo:

Dopo 5 mesi di sospensione dal lavoro ci spetta o la cassa( rientrando nel decreto Genova ) oppure la naspi.

Sappiamo che il 29 Luigi Di Maio ha dato disponibilità a venire in regione x discuterne.

Ma la cassa tra una balla e l altra arriva tra 1 mese abbondante.

Se invece scatta licenziamento collettivo (che tutti vogliono scongiurare ma che salverebbe economicamente 80% dei sospesi mentre il restante è rimasto come forza lavoro x manutenzione degli impianti percependo stipendio , contributi ecc ecc) dovremo aspettare 2 mesi .

Quindi abbiamo pensato ad una raccolta diretta di beni 

PER DARE 1 SCHIAFFO MORALE  alle istituzioni regione Piemonte (la Pentenero assessore lavoro pd ci ha detto : mi spiace)

Locali (sindaco pd)che non hanno trovato 1 fondo per il sostentamento economico di lavoratori che per oltre 30 anni pagavano tasse al comune regione stato.

L’unica soluzione è stato da parte del  sindaco-parrocchia e fondazione operti (Torino) un finanziamento garantito a basso tasso.

Ma  di 120 lavoratori, solo 15 hanno aderito perché molti nn hanno garanzie indebitati , protestati.

Ma il finanziamento nn parte perché loro aspettano cassa o naspi cioè la garanzia .

I lavoratori sono in ostaggio del sistema .

Dal 18 giugno senza reddito tutto x colpa del abolizione della cassa x aziende in fallimento .

Governo Renzi.

Qui vedete come la Chiesa ci voleva dare una mano:

https://www.avvenire.it/economia/pagine/arriva-un-prestito-della-speranza-per-i-lavoratori-di-comital-e-lamal

Prima parlavano di fondo…

Quando siamo insorti pubblicamente ci sono stati articoli in cui si parlava di prestito garantito.

 

Prestito della speranza! Peccato che solo 15 lo hanno fatto ma nn arrivano i soldi xché aspettano che questi lavoratori abbiano la cassa o garanzia.

Vergognoso.

Per ovvi motivi non abbiamo messo  il nome, noi comunque vogliamo andare in fondo a questa storia, statene sicuri.

Direttivo Italianità 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail