OSTIA NUOVA, 800 FAMIGLIE SENZA RISCALDAMENTO.

OSTIA NUOVA, 800 FAMIGLIE SENZA RISCALDAMENTO.

7 Gennaio 2019 0 Di IlVittogram

Ennesimo problema per Ostia, siamo davanti ad un vero e proprio problema, centinaia di famiglie che alloggiano nelle case popolari completamente al freddo, senza riscaldamento.

Noi di Italianità fungiamo anche da cassa di risonanza per evidenziare questo impietoso inconveniente per tutte le famiglie rimaste senza riscaldamento.

Foto di Ostia Nuova di repertorio

Ostia Nuova: 800 famiglie restano al freddo, le “case di sabbia” sono senza riscaldamenti

La denuncia dell’Unione Inquilini: “Municipio non conosce pertinenze”. La replica del minisindaco Di Pillo: “Già al lavoro per risolvere problema”

Temperature gelide e giornate da brividi per le famiglie di Ostia Nuova, in particolare per quelle che abitano le palazzine popolari del quadrilatero via Cagni, via del Sommergibile, via Vincon e via Forni rimaste da tempo senza riscaldamento.

Una problematica comune anche ai residenti degli stabili di via Costanzo Casana, via Baffigo 5 e via Storelli 52.

A Ostia Nuova 800 famiglie senza riscaldamento

Secondo la stima di Unione Inquilini 800 circa i nuclei familiari al gelo proprio in questi giorni in cui la colonnina di mercurio è appena poco sopra lo zero. Così a Ostia Nuova cresce la rabbia.

Gli inquilini dei palazzi senza riscaldamento si sono riuniti in un’assemblea convocata presso lo spazio Berlinguer alla presenza della presidente del Municipio X, Giuliana Di Pillo, e dell’assessore ai Lavori Pubblici, Claudio Bollini, non sfuggiti a rimostranze e lamentele.

“Le speculazioni portate avanti negli anni da tutte le parti politiche a danno degli inquilini di Ostia Nuova si evidenziano nell’impreparazione dell’attuale amministrazione incapace di trovare soluzioni per i cittadini nelle più urgenti situazioni, come quella vergognosa di lasciare, da diverso tempo, senza riscaldamento 800 famiglie con il freddo di questi giorni” – ha commentato a margine dell’incontro Emanuela Isopo, dell’Unione Inquilini, non risparmiando dure critiche all’operato del Municipio di Ostia.

Ostia, il Comune compra le ‘case di sabbia’ a rischio sgombero. “Inquilini pagheranno la manutenzione”

La denuncia di Unione Inquilini: “Municipio ignora richieste”

“Purtroppo la Presidente e l’assessore hanno ignorato la proposta di Unione Inquilini. Ho chiesto infatti, come solitamente viene fatto dalle municipalità, di inviare una comunicazione alle proprietà con la richiesta di ripristinare i riscaldamenti entro le 48h. Se poi questo non accade, di intervenire a spese del comune che poi potrà rivalersi sulle proprietà assicurando però agli inquilini il sacrosanto diritto ad avere acqua e riscaldamenti” – ha riportato Isopo.

“Nulla è stato preso in considerazione e l’assessore Bollini in assemblea ci ha lasciato basiti quando ha chiesto agli inquilini, poiché ignora le pertinenze delle proprietà degli alloggi che nel solo quadrante di Ostia Nuova si distribuiscono tra grandi costruttori e Erp (Edilizia Residenziale Pubblica ndr.), di tracciare una mappatura della zona”. 

Pronta la vertenza “per ripristinare nei tempi più stretti possibili il riscaldamento di cui le famiglie con anziani e bambini hanno diritto”. 

La replica della presidente Di Pillo: “Aiuteremo a risolvere problema”

Dalla minisindaca Di Pillo, in replica all’Unione Inquilini, le prime rassicurazioni sull’interessamento del Municipio X alla problematica: “Siamo intervenuti alla riunione e l’assessore Bollini ha garantito che lunedì andrà personalmente al SIMU a sollecitare. Gli stessi cittadini hanno raccontato che nel tempo sono stati cambiati e aggiunti numeri civici, abbiamo detto che serve fare chiarezza: è evidente e tutti convengono. È stato detto che nonostante non sia assolutamente competenza del Municipio ci mettiamo a disposizione per cercare di aiutare e risolvere il problema. Dal Municipioe le lettere e le sollecitazioni – ha sottolineato la minisindaca rivendicando l’impegno – sono già partite”. 

 

Articolo di ostia.romatoday.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail